SPEDIZIONE GRATUITA A PARTIRE DA 99€ RITIRO GRATUITO PRESSO IL PICKUP POINT DI MERANO  -  INFO: +39 0473 498640
Bruno di Rocca IGT 2016 - Vecchie Terre di Montefili
I.G.T.

Bruno di Rocca IGT 2016 - Vecchie Terre di Montefili

86,40€*
Contenuto: 0.75 litri | 115,20€ * / 1 litri |

*Prezzi incl. IVA più spese di spedizione

Litri:

Pronto per la spedizione in 3 Giorni lavorativi

Codice articolo: SW12833
-
+
Descrizione
CANTINA Vecchie Terre di Montefili sorge a...

CANTINA

Vecchie Terre di Montefili sorge a Panzano, nel cuore della Toscana e del Chianti Classico, nella vocata Conca d'Oro. La tenuta, antecedente al 1200, prima di appartenere all'Abbazia di Passignano, vanta un passato prestigioso ma assai burrascoso, tra passaggi di proprietà, guerre e distruzioni parziali. Dal 1979 appartiene alla famiglia Acuti che con mano estremamente ispirata ha riportato alla luce le grandi potenzialità di questi territori. Fin dalla sua fondazione infatti era molto chiara la vocazione vitivinicola di questo territorio, come dimostra lo stemma della tenuta che raffigura un grappolo d'uva, ritrovato all'interno delle mura. I vigneti, coltivati con metodi biologici, sono situati sulle colline del Chianti Classico, dal suolo ricco di sassi, galestro e calcare che risulta particolarmente favorevole alla produzione di vini dalla forte personalità, intensi e longevi. Il lavoro in cantina è rigoroso e tradizionale, prevede esclusivamente l'utilizzo di botti e tonneau per valorizzare al massimo il terreno ed il vitigno. Ne derivano vini essenziali che esprimono un forte legame con il territorio e la natura, mantenendo da oltre trent'anni altissimi livelli di qualità e di raffinatezza.

VITIGNI

Cabernet Sauvignon 80%, Sangiovese 20%

NOTE ORGANOLETTICHE

Colore: rosso rubino profondo con molti riflessi porpora

Aroma: fruttato, note di ribes e amarena, piacevoli e nitide, per poi passare alla liquirizia, alla china, alle spezie, alle foglie bagnate e alla terra umida

Gusto:  di grande corpo ed equilibrio, unisce la setosità di un tannino molto fine ad una forte spalla acida che lo rende a tratti austero, ma sicuramente longevo

VINIFICAZIONE:  

Fermentazione spontanea con lieviti indigeni e macerazione in acciaio

AFFINAMENTO:

Minimo 28 mesi in tonneaux (10hL) e barrique (3,5hL)

AFFINAMENTO: IN BOTTIGLIA  
Minimo 12 mesi

GRADIAZIONE ALCOLICA

13,5%

ABBINAMENTI:

Perfetto per carni alla griglia, grandi arrosti, selvaggina, formaggi stagionati

TEMPERATURA DI SERVIZIO

La temperatura ideale di servizio è di 16-18°C.

CONSIGLI PER LA CONSERVAZIONE

Vinusta consiglia per una conservazione di successo, una temperatura costante tra 17-19 ° C con un'umidità del 60-70%. Le bottiglie devono essere conservate orizzontalmente, se è presente un tappo di sughero.

Gli odori estranei sono un problema per il vino. Tuttavia, una buona e sufficiente circolazione dell'aria e la minore influenza possibile della luce sono importanti per ogni conservazione del vino.

Caratteristiche
Vigneti: Cabernet Sauvignon 80%, Sangiovese 20% Altitudine:  ...

Vigneti:

Cabernet Sauvignon 80%, Sangiovese 20%

Altitudine:  
 
500m s.l.m
 
Giacitura:  
 
Collinare
 
Composizione del Terreno:  
 
Galestro
 
Eta’ delle Viti:  
 
Vigneto primi anni ottanta
 
Sistema di Allevamentot:  
 
Cordone speronato
 
Vinificazione:  
 
Fermentazione spontanea con lieviti indigeni e macerazione in acciaio
 
Affinamento:  
 
Minimo 28 mesi in tonneaux (10hL) e barrique (3,5hL)
 
Affinamento in Bottiglia:  
 
Minimo 12 mesi

Gradiazione alcolica

13,5%

 

Produttori e loro prodotti
La storia contemporanea di Vecchie Terre...

La storia contemporanea di Vecchie Terre di Montefili inizia seriamente negli anni Settanta. Negli anni Cinquanta e Sessanta (gli anni del fiasco) i vini toscani erano in una corsa al ribasso, ma le cose sarebbero presto cambiate. Nel 1968 il Marchese Incisa impiantò a Bolgheri vigneti di Cabernet che sarebbero diventati il famoso Sassicaia. Nel 1970 il cugino Antinori iniziò ad aggiungere il Cabernet al suo Tignanello.
I Super Toscani erano arrivati: varietà francesi, territorio italiano e nessuna corrispondenza con il sistema di denominazioni ritenuto troppo restrittivo. Era la vinificazione contro corrente degli anni '70, la rinascita del vino italiano così come lo conosciamo. I mercati internazionali si scatenarono. Nel 1975, nel pieno di questo inebriante momento di innovazione, la famiglia Acuti inaugura Vecchie Terre di Montefili, impiantando gli stessi vigneti di Sangiovese che ancora oggi fanno il nostro Anfiteatro. Nel 1981, incoraggiata dal successo mondiale dei vini toscani unici al mondo, impiantò il Cabernet Sauvignon e iniziarono a produrre Bruno di Rocca.

2020_05_29_Montefili-1140x760

Nel 2000, Montefili si è unita ai produttori confinanti per fondare il primo bio-distretto d'Italia, sotto la supervisione dell'Unione Viticultori di Panzano. Questa utopia sostenibile e biologica nelle colline toscane rappresenta una responsabilità verso la terra, verso le piante e verso gli amanti del vino di tutto il mondo. Nel settembre 2015, Vecchie Terre di Montefili è passata nelle mani di tre amici americani Nicola Marzovilla, Frank Bynum e Tom Peck Jr.: tre italofili, curiosi, audaci e coscienziosi. Montefili aveva tutto quello che cercavano e anche di più: il terroir, il senso di appartenenza, la buona uva e, meglio ancora, un luogo puro di cui innamorarsi, un posto dove volevano semplicemente stare.

3-4-07-19-shooting-montefili-1842

Con ambiziosi piani per preservare la sacralità di questa terra, proiettandola nel futuro come una fenice che sorge nella zona del Chianti Classico, i tre hanno impiegato il talento di una giovane e pionieristica agronoma: Serena Gusmeri. La sua prima annata, nel 2015, ha ricevuto il plauso della critica mondiale: qualcosa di speciale aveva cominciato a mettere radici.
Vecchie Terre di Montefili proietta una lunga ombra. È un albero con le radici profonde di mille mani passate; il suo DNA racchiude i codici per creare migliaia di foglie future. La bellezza è data dal fatto che nessuno su questo albero è importante da solo. Sono solo una foglia di quell'albero antico che continua a crescere anno dopo anno.

Abbinamenti
Prodotti simili
Turriga IGT 2016 - Argiolas SpA 0,75 Liter
Argiolas SpA Turriga IGT 2016 - Argiolas SpA
Contenuto 0.75 litri (119,33 € / 1 litri)
89,50 €
-
+
Toscana "50&50" IGT 2016 - Avignonesi
Avignonesi Toscana "50&50" IGT 2016 - Avignonesi
Contenuto 0.75 litri (167,41 € / 1 litri)
125,56 €
-
+
Anfiteatro IGT 2016 - Vecchie Terre di Montefili
Vecchie Terre di Montefili Anfiteatro IGT 2016 - Vecchie Terre di Montefili
Contenuto 0.75 litri (115,20 € / 1 litri)
86,40 €
-
+
Altri utenti hanno guardato anche
Anfiteatro IGT 2016 - Vecchie Terre di Montefili
Vecchie Terre di Montefili Anfiteatro IGT 2016 - Vecchie Terre di Montefili
Contenuto 0.75 litri (115,20 € / 1 litri)
86,40 €
-
+
Chianti classico DOC 2017 - Vecchie Terre di Montefili
Vecchie Terre di Montefili Chianti classico DOC 2017 - Vecchie Terre di Montefili
Contenuto 0.75 litri (30,24 € / 1 litri)
22,68 €
-
+
Vino in Anfora "Dadi" IGT 2020 - Avignonesi
Avignonesi Vino in Anfora "Dadi" IGT 2020 - Avignonesi
Contenuto 0.375 litri (46,37 € / 1 litri)
17,39 €
-
+
Rosso di Montalcino DOC 2018 - Cantina Piancornello
Kellerei Piancornello Rosso di Montalcino DOC 2018 - Cantina Piancornello
Contenuto 0.75 litri (30,96 € / 1 litri)
23,22 €
-
+